Ciao, Nunzio. Sono trascorsi 10 giorni dalla tua dipartita. I messaggi di cordoglio e gli organi di informazione che hanno parlato del tuo ultimo viaggio.

Avola ( Siracusa) 5 maggio 2011. I.I.S ” E. Mattei”

Caro Nunzio,

sono trascorsi dieci giorni dalla tua dipartita. Onoriamo, con grande affetto, il tuo valore civile e democratico.

Il tuo ultimo viaggio ha avuto ampio cordoglio tra i tanti che hanno avuto maniera di conoscere la tua passione di uomo impegnato in difesa della nostra democrazia ( costruita anche con il tuo diretto e attivo contributo) e di partigiano, non solo nell’area del catanese…..ma in giro per l’Italia.

Pubblichiamo una serie di messaggi di cordoglio pervenuti ( ci scusiamo per l’eventuale incompletezza), e un elenco di siti on-line che hanno parlato della tua scomparsa.

Inoltre, oltre ad un’ampia nota – a cura del prof. Saro Mangiameli –  pubblicata dal quotidiano “La Sicilia” in data 22 luglio, articoli sono stati pubblicati dal “Giornale di Sicilia”, dall'”Unità”, del 22/07, e da ” La Repubblica”, nell’edizione siciliana, il 27 luglio.

* MESSAGGI PER NUNZIO

* SITI CHE HANNO PARLATO DELLA MORTE DI NUNZIO DI FRANCESCO

Foto dell’iniziativa ad Avola del 5 maggio 2011: Continua a leggere

In memoria del partigiano catanese NUNZIO DI FRANCESCO, deceduto il 21 luglio. 2 video: Catania 25 aprile 2009, Intervista a Giarre 15 febbraio 2010

Nunzio: ottobre 2010

Nunzio: a vent’anni

http://www.ipssarfalconegiarre.it/intervista_a_n_di_francesco.html

E’ morta ALBA ROSSI DELL’ACQUA, partigiana, della II Divisione Garibaldi Rodi

E’ morta ALBA ROSSI DELL’ACQUA, partigiana,

          della II Divisione Garibaldi Rodi

 con il compito di organizzare gli ospedali volanti e l’assistenza ai

feriti. Conosce così il “dottore dei partigiani” …

leggi   :    SK ALBA

da: http://groups.google.com/group/deportatimaipiu?hl=it?hl=it

Linguaglossa ( Ct) 23 luglio 2011: il funerale del partigiano NUNZIO DI FRANCESCO

Si svolto sabato mattina, 23 luglio, a Linguaglossa ( Ct), il funerale di Nunzio Di Francesco. Partigiano in Piemonte durantela Lottadi Liberazione contro il nazifascismo; sopravvissuto agli orrori del campo di sterminio nazista di Mauthausen.

Un corteo folto di parenti, cittadini, amici e compagni di Nunzio, di iscritti  Anpi e Aned, provenienti da Catania e da altre località,  vibrante di affetto per il nostro caro partigiano, con dolore e vivo sentimento civile e democratico,  ha accompagnato la salma lungo il cammino versola ChiesaMadre, dove si è svolto il funerale.

Sulla bara, coperta dalla bandiera italiana, è stati poggiato il suo “fazzoletto” di deportato con il simbolo dell’Aned, assieme a quello dell’Anpi, e una copia della Costituzione Italiana.

Padre Barbarino, officiante la funzione religiosa,  con parole dignitose ha evidenziato la figura, l’azione, l’impegno civile e sociale operato da Nunzio lungo il suo percorso di vita, con particolare riferimento al suo contributo per la costruzione dell’Italia democratica e delle attività collettive e pubbliche realizzate a Linguaglossa.

Alla fine la sua memoria è stata onorata da alcuni brevi interventi di: Santina Sconza ( Anpi), Rosario Mangiameli ( Issico), Domenico Stimolo ( Aned), Rosa Maria Vecchio ( sindaco di Linguaglossa), Giuseppe Mazzaglia ( assessore di Nicolosi, parente di Filippo Mazzaglia martire della Resistenza)), on. Giovanni Burtone ( figlio del partigiano di Militello Giuseppe Burtone, deceduto nel 2009).

All’uscita della bara, il “viaggio” di Nunzio è stato accompagnato dal corale canto di “Bella Ciao”.

Ciao Nunzio. Athos, il suo nome di battaglia.

**

FOTOGRAFIE: Continua a leggere

Il “fazzoletto” di Nunzio

………Arrivando nei luoghi di convegno e di incontro Nunzio esponeva sempre il suo “fazzoletto” di deportato, sopravvissuto alle atrocità  del campo di sterminio di Mauthausen

Anpi Palermo sulla morte di Nunzio Di Francesco

E’ MORTO IL PARTIGIANO NUNZIO DI FRANCESCO

Gli antifascisti siciliani e gli appartenenti alle  Associazioni nazionali partigiani di tuttala Sicilia rendono commossi l’estremo saluto a Nunzio Di Francesco,  il partigiano “Athos” di Linguaglossa, che scelse  dopo l’8 settembre, di lottare per la libertà aderendo alle prime formazioni partigiane della Brigata Garibaldi al cui comando era Pompeo Colajanni,  il comandante “ Barbato”.

Sopravvisse ai lager nazifascisti di Bolzano, di Mauthausen e di Gusen II.  Nomi di lager che da soli tristemente evocano i  barbari orrori del fascismo e del nazismo, ahimè condivisi da moltissimi partigiani e deportati siciliani. Continua a leggere

Il messaggio dell’Anpi Nazionale sulla morte di NUNZIO DI FRANCESCO

La Segreteria nazionale ANPI apprende con profonda commozione della
scomparsa di Nunzio Di Francesco, partigiano combattente, deportato a
Mauthausen, presidente per tanti anni del Comitato provinciale di
Catania. La sua morte è per tutta l’Associazione una grave perdita, per
l’entusiasmo che Nunzio sapeva trasmettere, per la sua grande capacità
di parlare alle giovani generazioni della sua drammatica ed esaltante
esprerienza di vita e di lotta, per l’impegno con il quale dirigeva
l’ANPI catanese. Ai nuovi dirigenti della nostra associazione a Catania
va il cordoglio dell’ANPI nazionale e l’incoraggiamento a proseguire
sulla via che Nunzio Di Francesco ci ha indicato. Ai familiari
rivolgiamo le più sentite condoglianze. p. la Segreteria nazionale ANPI
Nazareno Re