Treni, da sabato a domenica lo sciopero indetto da Usb Autore: fabrizio salvatori da: controlacrisi.org

I ferrovieri tornano a scioperare, dalle 21.00 di sabato 7 alle 21.00 di domenica 8 febbraio. Al settore Cargo, dalle 21.00 di mercoledì 4 alle 21.00 di giovedì 5 febbraio.Lo sciopero è indetto da Usb contro “orari di lavoro sempre più micidiali e turni massacranti; contro la preannunciata privatizzazione del gruppo FS e la messa a gara del Trasporto Regionale, che avranno effetti disastrosi per l’utenza e i diritti dei lavoratori; contro il crescente autoritarismo aziendale, la negazione di diritti fondamentali, il ricatto dei trasferimenti forzati; contro le oligarchie di Confindustria e di Cgil Cisl Uil, che con l’accordo del 10 gennaio negano la democrazia sui posti di lavoro; contro un sistema pensionistico barbaro, che costringe al lavoro fino a 67 anni; la finanziaria che arricchisce banche e speculatori, svuota i nostri portafogli, sottrae risorse al trasporto pendolare e al servizio universale a favore dell’Alta Velocità; la desertificazione delle stazioni; il jobs act che rende tutti precari e ricattabili”.

“Per ridurre l’orario di lavoro e umanizzare i turni – silegge ancora nel comunicato Usb -; per risorse economiche adeguate per un trasporto ferroviario bene comune, rispondente a quanto deciso dal popolo italiano col Referendum del 2011; per una ferrovia sicura ed efficiente, anche in termini di presidio del territorio, treni non affollati, puliti e puntuali, in difesa dei diritti dell’utenza e del trasporto pendolare e di massa. Per il reintegro dei ferrovieri licenziati per aver difeso salute e sicurezza dell’esercizio ferroviario; per la tutela delle inidoneità causate da un lavoro sempre più usurante”.