ANPI news n 134

APPUNTAMENTI

 

Semi di Costituzione. La bella storia delle repubbliche partigiane“: martedì 30 settembre, alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università La Sapienza di Roma, presentazione del secondo numero speciale di Patria Indipendente, il mensile dell’ANPI Nazionale

 

 

 

ARGOMENTI

 

Notazioni del Presidente Nazionale ANPI, Carlo Smuraglia:

 

Sono andato a Sant’Anna di Stazzema ed ho parlato nel corso del raduno promosso dalle ANPI della Toscana e organizzato dal loro Comitato regionale, ai numerosi convenuti, tra cui non pochi Sindaci, oltre – ovviamente – il sindaco di Stazzema. L’incontro a Sant’Anna è sempre commovente e la visita all’Ossario sembra, ogni volta, aprire una ferita  che resta aperta dentro di noi. Lo stupore per la barbarie, l’incapacità di accettare che si possano compiere simili atrocità, sono sempre il segno di un ricordo che non si estingue e non si estinguerà mai.

Considero, peraltro, assai importante la presenza massiccia dell’ANPI in una manifestazione direttamente organizzata, che non aveva nulla di celebrativo e intendeva recare un doveroso tributo alle persone e alle famiglie colpite e dedicare un abbraccio a chi ancora è riuscito a sopravvivere; soprattutto, la manifestazione aveva l’intento di riflettere anche e soprattutto sullo stato delle cose, sull’accertamento della verità, sull’assunzione delle responsabilità da parte di tutti coloro cui spetta (…)

 

 

Sono stato, lunedì, all’inaugurazione dell’anno scolastico, avvenuta, come di consueto, al Quirinale, con la presenza di tremila  ragazzi e con l’organizzazione di un pomeriggio di intrattenimento assai vivace. La presenza di tante ragazze e ragazzi è sempre motivo di gioia e di speranza  per il futuro. Tuttavia non sono uscito dalla manifestazione con l’animo sereno e soddisfatto di chi ha trovato ciò che credeva e sperava di trovare.

Devo fare due rilievi, pur se di diversa importanza.

Nei discorsi, così come negli spettacolini e nello scorrere di immagini sul grande schermo si è fatto riferimento più volte al fatto che l’anno scolastico che ha ora inizio sarà caratterizzato dall’anniversario della guerra mondiale del 1914-1918. Nessuno, dico NESSUNO, ha ricordato che l’anno che viene sarà caratterizzato dal 70° anniversario della Liberazione e dunque anche della Resistenza (…)

ANPINEWS N.134

IO HO VISTO….recernsione del libro di Pier Vittorio Buffa di Anna Bonforte

Una magnifica occasione, ieri alla Libreria Voltapagina Catania, la presentazione del libro del giornalista Pier Vittorio Buffa, che in rigoroso ordine alfabetico, senza pretesa storica e sistematica, ha contribuito a comporre un pezzo di memoria collettiva della nostra nascita come Repubblica. IO HO VISTO – Per non dimenticare le vittime delle stragi nazifasciste, come recita il sottotitolo, è un parziale ma necessario risarcimento alle tante vittime che non hanno avuto giustizia attraverso lo Stato italiano perché per anni ha “fatto finta” ( non solo colpa della Dc, c’era la Germania da ricostruire, c’era il Patto Atlantico da onorare..) di dimenticare nell’armadio della vergogna i tanti crimini, banditismi, vendette, razzie e violenze gratuite ( …che in ogni guerra sono il pane quotidiano) che attraversarono l’Italia dal 12/08/1943 partendo da Castiglione di Sicilia a Sant’Anna di Stazzema, Marzabotto, alle Fosse Ardeatine. Il silenzio delle vittime, spesso l’oblio in cui si sono auto confinati, ha reso più difficile far riemergere le memorie, alcune strazianti che solo la lettura di Marina Cosentino ha reso “udibili”, altre quasi stupite che gesti di umanità potessero albergare nel “nemico” qualunque divisa vestisse, tedesca in genere, ma più spesso italiana come non è piacevole ricordare. Una magnifica occasione in cui la sensibilità di tre giornalisti, Turi Caggegi, Pier Vittorio Buffa, Rosa Maria Di Natale, hanno reso un buon servizio alla divulgazione storica in forma immediatamente fruibile, un insolito sindaco di Catania, Enzo Bianco, che ricorda il Verga meno noto, ma ugualmente grande, come fotografo, i cui dagherrotipi ricordano i bozzetti dell’Autore di “Io Ho Visto”. Naturale la presenza dell’ Anpi Catania, con la sua presidente Santa Sconza, che continua l’opera di sensibilizzazione nella conoscenza dei nostri martiri ed eroi della resistenza siciliana ed italiana tutta, anche attraverso l’appello accorato alla difesa dell’art. 138 della Costituzione. Uno speciale ringraziamento alla moglie dell’autore, la signora Maria, la cui amorevole critica ha ravvivato il sentimento profondo che il libro vuole infondere «Ne sono uscito con spiragli di speranza».
1376374_477746829005370_1004257499_n 1376320_477744795672240_650989107_n 1376653_477746285672091_930493541_n 1381159_477744309005622_68823205_n 1381704_477746405672079_146669162_n 1383883_477745915672128_609416508_n 1395921_477747422338644_2091497652_n