Concertone alternativo, anche quest’anno a Taranto il sound delle lotte ribelli | Autore: fabrizio salvatori da: controlacrisi.org

Lo scorso anno fece un po’ scalpore, per il suo carattere alternativo, e fu un grande successo. Quest’anno ritorna. E ritorna in grande stile. Il Concertone del Primo Maggio a Taranto avrà tutti musicisti di successo. Tra gli altri, ci sara’ anche Fiorella Mannoia. La presenza della Mannoia, che si e’ esibita gia’ l’anno scorso, e’ stata annunciata oggi nel corso di una conferenza stampa che il comitato cittadino “Lavoratori liberi e pensanti”, promotore della manifestazione, ha tenuto stamattina a Taranto. Il concertone verra’ presentato da Luca Barbarossa, Andrea Rivera e dalla giornalista Valentina Petrini, tarantina, della redazione trasmissione “Piazza Pulita” de La7. Tra i musicisti e gli artisti che hanno assicurato la loro presenza a Taranto ci sono Afterhours, Paola Turci, Sud Sound System, Fido Guido e Diodato (quest’ultimo, tarantino, ha partecipato all’ultimo festival di Sanremo nella sezione “Giovani”).
“Taranto e’ un luogo simbolico per tutti gli artisti che, a titolo gratuito, hanno aderito alla seconda edizione dell’1 maggio alternativo all’ormai tradizionale concertone di piazza San Giovanni, a Roma, indetto da Cgil, Cisl e Uil- e’ stato sottolineato – un evento di musica e lotta autofinanziato che, anche quest’anno, si svolgera’ presso il Parco Archeologico delle Mura Greche di Taranto”.Tema del concerto di quest’anno e’ “Si’ ai diritti, no ai ricatti: futuro? Ma quale futuro?” per evidenziare, hanno detto i promotori, come la manifestazione tarantina e’ certo nel segno della musica, “ma soprattutto dell’impegno per costruire una prospettiva di sviluppo senza inquinamento e senza contrasti tra il diritto alla salute e quello al lavoro”.
Nei giorni scorsi il concerto dell’1 maggio tarantino e’ stato presentato a Roma in una conferenza presso il Teatro Valle occupato da parte di Vinicio Capossela. “Per aprire un poco questa nube di veleno che ha oscurato la Magna Grecia – ha detto Capossela spiegando la sua partecipazione – e perche’ il Primo Maggio ci deve ricordare che alla base del lavoro, del diritto al lavoro, c’e’ una lotta, e una lotta e’ diversa da una scampagnata”. Il comitato “Cittadini e lavoratori liberi e pensanti” – nato nell’estate 2012 quando la Magistratura decreto’ il sequestro dell’area a caldo dell’Ilva – si avvarra’, nell’organizzazione, del direttore artistico Roy Paci, trombettista e cantautore siciliano, residente a Lecce, e dell’attore tarantino Michele Riondino, protagonista di alcune fiction televisive.L’evento iniziera’ alle 15 con Caparezza e proseguira’ fino a dopo le 24. Gia’ dal mattino dell’1, tuttavia, si svolgeranno dibattiti con i movimenti ed e’ stata annunciata anche la presenza del giurista esperto di beni comuni Ugo Mattei e del segretario nazionale della Fiom Maurizio Landini. Stamani e’ stato anche annunciato che l’1 maggio si chiudera’ la raccolta di firme per la campagna “Rischio Sanitario Taranto” con la quale si chiede il rafforzamento delle strutture ospedaliere locali.

#12A, i movimenti rilanciano: “Dal primo maggio riprende la mobilitazione contro il Governo” | Autore: fabrizio salvatori da: controlacrisi.org

Manifestazioni, in tutta Italia, a partire del primo maggio. I movimenti antagonisti rilanciano la protesta contro il governo Renzi dopo la giornata di ieri che ha portato all’arresto di quattro persone ed alla denuncia a piede libero di altre due. Gli ultimi trenta manifestanti che ieri hanno partecipato al corteo per il diritto alla casa oggi erano ancora accampati in alcune tende in piazzale di Porta Pia, dove hanno trascorso la seconda notte consecutiva prima di andare via.
“Ci saranno diverse manifestazioni in varie citta’ italiane a partire dal primo maggio”, spiegano i leader dei movimenti, che hanno espresso la loro solidarieta’ a quattro arrestati. Le persone finite in manette provengono dal Lazio (Roma e Pomezia), e da Campania e Calabria. I reati loro contestati vanno dalla violenza alla resistenza a pubblico ufficiale, fino alle lesioni. Domani ci sara’ la richiesta di convalida dei fermi da parte del pm Eugenio Albamonte. Potrebbe essere denunciato, invece, il manifestante peruviano di 47 anni che ieri durante la manifestazione e’ rimasto gravemente ferito dall’esplosione di una bomba carta che aveva in mano.Sul web, intanto, e’ polemica per la foto di un agente di polizia in borghese che sale sul fianco di una manifestante, una ragazza in terra che urla ed e’ abbracciata al fidanzato. Tutto questo durante gli scontri e le cariche tra piazza Barberini e via del Tritone. Per questo gli attivisti, soprattutto sui social network, hanno parlato di “violenta aggressione da parte delle forze dell’ordine”.