Maria Elena Boschi annuncia la fiducia in aula per la legge elettorale _ Vergogna!

Maria Elena Boschi annuncia la fiducia in aula per la legge elettorale
Vergogna
La fiducia sulla legge elettorale l’aveva posta il fascismo nel 1923
con la legge Acerbo
1953 con la legge Truffa
Voluta dal governo di Alcide De Gasperi, venne proposta al Parlamento dal ministro dell’Interno Mario Scelba e fu approvata solo con i voti della maggioranza, nonostante i forti dissensi manifestati dalle altre formazioni politiche di destra e di sinistra

 

 

 

boschi-giuramento1-680x340

legge elettorale del 1953, meglio nota come legge truffa dall’appellativo datole dai suoi oppositori[1] fu un correttivo della legge proporzionale vigente dal 1946. Essa introduceva un premio di maggioranza consistente nell’assegnazione del 65% dei seggi della Camera dei deputati alla lista o al gruppo di liste collegate che avesse raggiunto il 50% più uno dei voti validi.

La legge, promulgata il 31 marzo 1953 (n. 148/1953) ed in vigore per le elezioni politiche del 3 giugno di quello stesso anno sia pure senza che desse effetti, venne abrogata con la legge 615 del 31 luglio 1954.