ANPI news 153

Su questo numero di ANPInews (in allegato):

 

 

APPUNTAMENTI

 

 

“Una questione di democrazia: rappresentanza o governabilità?”: venerdì 6 marzo incontro pubblico a Ravenna con interventi di Alessandro Pace, costituzionalista, e del Presidente nazionale dell’ANPI, Carlo Smuraglia  

 

 

ARGOMENTI

 

Notazioni del Presidente Nazionale ANPI, Carlo Smuraglia:

 

Proseguendo nel cammino iniziato in questi ultimi anni per creare in Europa maggiori collegamenti tra gli antifascisti e tra le Associazioni partigiane, anche per controbattere l’avanzata della destra “nera in tutta Europa, sono andato, sabato scorso, ad Aquileia, per un incontro con la Presidenza dell’Associazione dei partigiani sloveni. Un incontro accuratamente preparato dal nostro Comitato regionale del Friuli e dalla Presidenza regionale di Udine; e, devo dire, molto ben riuscito (…)

 

Al Consiglio regionale della Lombardia, la Presidenza del gruppo “Con Ambrosoli Presidente – Patto civico” ha presentato un’interessante interrogazione rivolta al Presidente della Giunta Regionale (Roberto Maroni) e all’Assessore alle culture, identità ed autonomie (Cristina Cappellini) per conoscere “quale programma stia predisponendo la Regione Lombardia per ripercorrere, celebrare e studiare gli eventi della Resistenza”, in occasione del 70° Anniversario della Liberazione (vedi il testo integrale dell’interrogazione alla fine di questa nota) (…)

ANPINEWS N.153

Sardegna: come garantire l’assistenza creando anche lavoro. Altra vittoria dei malati sla Fonte: superando.it

«Con questi provvedimenti – dichiara l’Assessore all’Assistenza Sociale della Regione Sardegna – vogliamo riportare serenità e certezza nell’assistenza e nel diritto alla cura per persone e famiglie che vivono in condizioni di estrema difficoltà». E gli atti prodotti in questi giorni dalla Giunta Regionale, dopo una dura battaglia condotta dal Comitato 16 Novembre (Associazione Malati SLA e Malattie Altamente Invalidanti), sembrano dimostrarloSoddisfazione viene espressa in una nota da Salvatore Usala, segretario del Comitato 16 Novembre (Associazione Malati SLA e Malattie Altamente Invalidanti), per gli sviluppi di una battaglia iniziata ormai molti mesi fa, da parte del Comitato stesso, nei confronti di alcuni provvedimenti adottati dalla Regione Sardegna in àmbito di assistenza alle persone con disabilità e in particolare sulla destinazione delle risorse provenienti dal Fondo Nazionale per la Non Autosufficienza.
La Giunta Regionale, infatti, emendando quanto deciso dal precedente Governo sardo, ha approvato il 20 maggio la Delibera 18/21, «per assicurare – come si legge in un comunicato del presidente della Regione Francesco Pigliaru e dell’assessore all’Assistenza Sociale Luigi Arru – un finanziamento che garantisca i diritti delle persone in ventilazione meccanica assistita. Con un ulteriore prossimo provvedimento, daremo finalmente una risposta a tutte le persone in situazione di disabilità gravissima».
«Sono due provvedimenti – aggiunge Arru – che riportano al corretto utilizzo le risorse del Fondo Nazionale per la Non Autosufficienza – e che soprattutto vogliamo riportino serenità e certezza nell’assistenza e nel diritto alla cura per persone e famiglie che vivono in condizioni di estrema difficoltà».

In sostanza, come sintetizza Usala, «la Delibera 18/21 permetterà ai malati in ventilazione meccanica assistita per 24 ore o in coma di avere un contributo per gli assistenti di cura (caregiver) di 13.000 euro. E stiamo parlando di circa 170 persone, ciò che significa altrettanti posti di lavoro, un sollievo per la crisi devastante sarda. La prossima Delibera, invece, che dovrebbe essere approvata il 27 maggio, darà 1.000 euro di contributo aggiuntivo a 3.200 malati gravi, con altri 250 nuovi posti di lavoro».
«Abbiamo del resto tanti progetti – conclude Usala – per proporre almeno 1.000 posti di lavoro, generando 15 milioni di risparmi, e siamo del tutto disponibili a parlarne con le Istituzioni». (S.B.)