Arrestato a Roma Nunzio D’Erme e un altro compagno del centro sociale Spartaco Autore: fabrizio salvatori da: controlacrisi.org

E’ stato arrestato a Roma il compagno Nunzio D’Erme, una delle figure più conosciute e stimate della sinistra antagonista del nostro paese, ex consigliere comunale al Campidoglio e protagonista dei movimenti sociali nella capitale. Assieme a lui è stato condotto in carcere anche Marco Bucci, un attivista del Centro Sociale Spartaco.
Dalle prime notizie risulta che Nunzio D’Erme è stato portato in carcere con l’accusa di aver partecipato, alcuni anni fa, ad alcuni scontri con i fascisti nel quartiere di Cinecittà nel corso di una conferenza sulla diversità duramente contestata dai militanti di destra.
Sulla vicenda c’è una presa di posizione di Paolo Ferrero e Giovanni Russo Spena. “Si tratta di un provvedimento delirante – dichiarano i due esponenti politici – in quanto la colpa di D’Erme è nei fatti quella di aver difeso una assemblea aggredita da militanti di Militia Christi. L’arresto di D’Erme è l’ennesimo episodio di repressione nei confronti di leader dei movimenti di lotta, come dimostrano le decine di processi in corso sulla lotta per la casa e contro la TAV in Val di Susa. In un contesto in cui i drammi sociali sono sempre maggiori, una parte della magistratura non trova di meglio che perseguitare chi si oppone alla drammatica situazione sociale in cui viviamo. Non è la funzione che la Costituzione  affida alla magistratura”.