Appello ai docenti di tutte le scuole : Il 25 Aprile è Il 70 anniversario della Liberazione manifestiamo insieme studenti, operai, professori,per difendere la scuola, il lavoro, la pace, la Costituzione a Catania da: anpi catania

Appello ai docenti di tutte le scuole
images
Il 25 Aprile è Il 70 anniversario della Liberazione manifestiamo insieme studenti, operai, professori,per difendere la scuola, il lavoro, la pace, la Costituzione

Carmelo Salanitro sacrificò la propria vita per non piegarsi al fascismo e per difendere la pace,fu assassinato il 24 aprile 1945 a Mauthausen dai nazisti.
Da: pagine dal diario di Carmelo Salanitro a cura di Rosario Mangiameli
18 Dicembre 1931
La grande differenza fra gli insegnanti delle Università Spagnuole e quelle delle Università Italiane.In Spagna i professori universitari per gli anni che durò la dittatura monarchica esercitata per mezzo di Primo De Rivera tennero accesi negli animi degli studenti il sacro fuoco della libertà e seppero con la loro indomita fierezza guidare la Nazione alle giornate del riscatto e alla Repubblica. In Italia invece i rappresentanti dell’alta cultura, adescati o intimiditi si piegarono subito alla servitù mussoliniana, salvo pochissime eccezioni.

Resoconto delle attività dell’ANPI PROVINCIALE CATANIA in occasione della giornata della Memoria.

CATANIA 27 gennaio: Presso la Prefettura con la presenza di sua Eccellenza il Prefetto Maria Guia Federico l’ANPI ha partecipato alla consegna delle medaglie d’onore per i cittadini italiani deportati o internati nei lager tedeschi. Nell’occasione è stato insignito il partigiano di Altarello Antonino Garufi, iscritto nell’ANPI catanese, commovente è stato l’intervento della figlia Antonietta che ha letto una poesia sulla libertà scritta dal padre.
Nel pomeriggio nel quartiere di Librino è stata organizzata un percorso mostra, dell’associazione Amici di Villa Fazio con il contributo dell’ANPI. Il percorso prevedeva proiezioni di video sull’argomento, mostre fotografiche, esibizione di danza, letture di brani di Carmelo Salanitro, Liliana Segre e Nunzio Di Francesco e della scrittrice Claudia Barcellona, esibizione del coro-orchestra MusicaInsieme a Librino. Hanno partecipato numerose famiglie del quartiere.
CATANIA 28 gennaio : spettacolo teatrale “ il canto dei deportati” di Giulio Bufo e Maria Filograsso presso il Palazzo della Cultura, con la partecipazione della CGIL e il patrocinio del Comune di Catania.
GIARRE – RIPOSTO 30 gennaio: nell’aula magna dell’Istituto Fermi- Guttuso nell’ambito del progetto “una città per la Costituzione” con il patrocinio del comune di Riposto, in ricordo delle vittime della Shoah sono stati presentati testi tratti dalle lettere dei condannati a morte della Resistenza europea, le lettere sono state scelte e lette dagli alunni degli istituti superiori di Giarre e Riposto. Inoltre gli attori Maria Rita Leotta e Francesco Russo hanno recitato brani tratti dal “Mistero Buffo” di Dario Fo, ha ricordato quel periodo storico la Presidente Provinciale dell’ANPI Santina Sconza.
La presidente dell’ANPI è intervenuta nella stessa mattinata alla scuola media Pirandello di Riposto dove si teneva un incontro con i ragazzi con la partecipazione del rabbino di Siracusa Stefano Di Mauro il Sindaco e l’Assessore alla pubblica istruzione di Riposto.

Pagine dal Diario di Carmelo Salanitro a cura di Rosario Mangiameli

Carmelo Salanitro professore fece parte ad Adrano del direttivo della sezione del nuovo Partito popolare e collaborò con la stampa cattolica.
Reo di propaganda contro la guerra ,perseguitato dai fascisti e assassinato il 24 aprile 1945 dai nazisti a Mauthausen
img240 (3)
18 Dicembre 1931
La grande differenza fra gli insegnanti delle Università Spagnuole e quelle delle Università Italiane. In Spagna i professori universitari per gli anni che durò la dittatura monarchica esercitata per mezzo di Primo De Rivera tennero accesi negli animi degli studenti il sacro fuoco della libertà e seppero con la loro indomita fierezza guidare la Nazione alle giornate del riscatto e alla Repubblica. In Italia invece i rappresentanti dell’alta cultura , adescati o intimiditi, si piegarono subito alla servitù mussoliniana, salvo pochissime eccezioni . E recentemente all’obbligo di giurare fedeltà a un re che ha violato lui il primo i giuramenti di fedeltà allo Statuto e si è messo fuori della Costituzione e perciò fuori dalla legge, facendoci opprimere dal gennaio del 1925 da una banda di volgari delinquenti, su più di 1300 professori universitari e superiori tutti hanno vilmente sottostato, curvando il collo e la schiena ; tutti ad eccezione di undici, i quali col sacrifizio del pane hanno salvato l’onore della scienza che è libera come lo spirito. Onore ad essi! Sono 4 della Univ. di Roma, tre di Torino, uno di Pavia , uno di Firenze, uno di Bologna e uno di Perugia. La stampa prezzolata, gongolando dello spettacolo di suprema viltà offerto da più di un migliaio di persone che dovrebbero rappresentare l’alta cultura italiana, ma rappresentano solo l’alta miseria morale della Nazione e quasi stupita che appena undici si fossero ribellati all’obbrobrioso giuramento , si astenne però dal pubblicare i nomi degli undici Grandi, per togliere ad essi il culto di tutti gli spiriti forti e liberi e l’ammirazione di tutta la Nazione stanca ormai di questo barbaro dominio fascista . Certamente tra gli undici ci sarà stato il prof. Senatore Ettore Ciccotti
Carmelo Salanitro

Questa pagina del diario la dedichiamo ai docenti, affinché questo non accade mai più. Se volete lasciare un contributo sull’argomento “potere e cultura” è a disposizione il sito dell’ANPI Catania

ADRANO 27 gennaio 2014 ore 10.30 Manifestazione in ricordo di Carmelo Salanitro

img239 (2)

Partenza da Piazza Umberto alle ore 10.30 per recarsi alla villa comunale presso il

busto del prof. Carmelo Salanitro.

Internato ed ucciso nel campo di concentramento di Mauthausen.

Organizzata dal comune di Adrano, l’ANPI provinciale di Catania partecipa

all’iniziativa e invita tutti gli antifascisti a essere presenti.