Ordine del Giorno del 9 feb 2017 del Comitato Provinciale di Catania

Il Comitato provinciale dell’ANPI di Catania, riunitosi il 9 febbraio 2018, in merito alla comunicazione dell’ANPI nazionale sulla non partecipazione alla manifestazione antifascista di Macerata, prevista per sabato 10 febbraio, a maggioranza con un solo voto contrario, ha votato il seguente Ordine del Giorno.

L’ANPI provinciale di Catania manifesta il proprio dissenso sulla decisione assunta dall’ANPI nazionale e comunicata dalla Presidente compagna Carla Nespolo, di non aderire alla manifestazione antifascista di Macerata del giorno 10 Febbraio, ritenendo tale decisione un grave errore di valutazione politica che può, involontariamente ma oggettivamente, assecondare il disegno di chi, per meri calcoli elettoralistici, vorrebbe mettere sullo stesso piano fascismo ed antifascismo, vietando o “sconsigliando” entrambe le manifestazioni che erano state programmate nella città, ossia quella antifascista e quella dei fascisti di Forza Nuova.

Condanna l’atteggiamento del Sindaco di Macerata e del Ministro dell’Interno, entrambi responsabili di avere gestita la vicenda con atteggiamenti ambigui e reticenti, il primo per la propria richiesta di non svolgere alcuna manifestazione, che denota una volontà di equiparare la valenza dello svolgimento della manifestazione antifascista con lo svolgimento della annunciata manifestazione fascista in città ed il secondo per avere negato in un primo momento l’autorizzazione alla manifestazione antifascista, salvo poi essere costretto a ritornare sui propri passi solo dopo le pressioni e le proteste da parte dell’opinione pubblica democratica.

Occorre, invece, una chiara ed inequivocabile scelta di campo che aiuti i Maceratesi e tutto il popolo italiano a capire che il nemico da combattere, oggi come ieri, è l’odio razzista e la logica aberrante e nazifascista della “rappresaglia” e non gli immigrati, contro i quali una ben orchestrata ed irresponsabile campagna di odio e disinformazione cerca di far ricadere le responsabilità di ben precise ed antipopolari politiche neoliberiste (disoccupazione, precarietà, povertà).

Comitato provinciale ANPI di Catania

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: