Forlì e il modello dell’accoglienza diffusa.”Siamo pronti per altri arrivi” Autore: redazione da: controlacrisi.org

Mentre infuria la polemica tra governatori e Stato centrale sulla gestione dei Cie, da Forli’ arriva il segnale di porte aperte all’accoglienza dei rifugiati, anche a quelli di Cona, se c’è bisogno. Un risultato che non arriva a caso, e che ha solide basi nell’accoglienza diffusa.

E per discutere e ragionare sul tema l’amministrazione comunale ha pensato di portare in citta’ la mostra “Migranti, la sfida dell’incontro”, che ha riscosso parecchio successo all’ultima edizione del Meeting dei popoli.
Cancelli aperti a Palazzo Albertini dal 14 al 22 gennaio prossimi. Attraverso pannelli con immagini e testi e quattro video il fenomeno verra’ inquadrato attraverso testimonianze dirette. D’altronde i numeri parlano chiaro, chiosa con la stampa presentando l’evento, l’assessore alle Politiche sociali, Raoul Mosconi. I cittadini stranieri, oltre 14.000, rappresentano l’11%
della popolazione forlivese e sono in costante aumento i “nuovi italiani”, 800 solo nel 2016. A livello di distretto i rifugiati
sono 505, 350 in citta’, grazie al sistema di accoglienza diffusa. Si tratta di nigeriani, maliani, ivoriani e senegalesi.

Senza dimenticare “l’esperienza storica” di Sprar: l’accoglienza di secondo livello conta 38 adulti e 17 minori provenienti da
varie parti del mondo. Ci sono poi i 13 maggiorenni ormai avviati all’autonomia grazie al progetto “Un rifugiato a casa mia”.
Forli’, aggiunge Mosconi, e’ pronta ad accogliere anche persone da Cona, la cittadina veneziana al centro della cronaca di questi giorni, “se la Prefettura ce lo chiede”. Anche perche’ “i rifugiati non li hanno inventati in Veneto quest’anno”.

Sul tema immigrazione, dunque, “in citta’ si continua a discutere. Non vogliamo essere sorpresi dagli eventi, la sfida va affrontata”. Con un occhio di riguardo per le scuole, rimarca Mosconi, che si vogliono protagoniste della mostra che sara’
presentata lunedi’ prossimo, 9 gennaio, dal curatore Giorgio Paolucci e sara’ accompagnata da una serie di incontri collaterali.

Advertisements
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: