Fonte: agenzia direAutore: redazione “Cuba non si convertirà all’economia capitalistica”. Il primo discorso di Raul Castro dopo l’annuncio della morte di Fidel

Cuba non si convertira’ all’economia capitalistica. Così il Presidente Raul Castro, a pochi giorni dai festeggiamenti per l’anniversario della Rivoluzione cubana. E’ la prima volta che Raul parla all’Assemblea nazionale dopo aver dato al mondo l’annuncio della morte del fratello Fidel, il 25 novembre scorso.

Raul Castro ha poi fatto delle previsioni economiche per il nuovo anno, annunciando che l’economia e’ in espansione e che il Prodotto interno lordo crescera’ fino al 2%, a patto pero’ di compiere tre decisivi passi: rafforzare le esportazioni, aumentare la produzione interna e ridurre le spesa pubblica.

Inoltre, nessun timore per i capitali in arrivo dall’estero. “Non ci stiamo dirigendo verso il capitalismo”, ha detto sempre nel corso della seduta di ieri, per poi aggiungere: “non dobbiamo tuttavia temere i capitali esterni o mettere delle barriere”. Ha
quindi ricordato che esistono leggi che regolano gli investimenti e che queste procedure devono avvenire sotto la supervisione di
esperti che sappiano negoziare le condizioni migliori, “in modo da non ripetere gli errori del passato”.

Per quanto riguarda l’anniversario dell’1 gennaio per la vittoria della rivoluzione cubana, Raul Castro ha fatto sapere che guidera’ le celebrazioni: “il suo spirito di sacrificio restera’ nell’anima dei rivoluzionari oggi, domani e per sempre”, ha detto. Quindi l’Assemblea ha approvato una legge con cui dare seguito alle ultime volonta’ di Fidel: il divieto di utilizzare il suo nome o la sua immagine nelle strade, nei parchi, nelle sedi istituzionali e in generale in tutti i luoghi pubblici.

Advertisements
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: