Autore: fabio sebastiani “Questa piazza è del Popolo”. De Magistris sul palco dell’iniziativa “C’è chi dice No” a Roma. Intervista (audio) al sindaco di Napoli da: controlacrisi.org

“Sono felice che i comitati abbiano voluto anche la mia testimonianza. In questa piazza la sovranita’ appartiene al popolo veramente. Tutti questi ragazzi sono venuti da nord a sud del Paese spontaneamente, qui si parla di bene comune, centralita’ della persona, di valori che portano la giustizia e l’uguaglianza sociale”.
Così il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, a margine del suo intervento sul palco allestito a piazza del Popolo a Roma per il
concerto del popolo del No al referendum del 4 dicembre. Le sue frasi hanno il pregio di “fotografare” in tutti i suoi aspetti la manifestazione che ha attraversato il centro di Roma da piazza della Repubblica fino a piazza del Popolo facendo un inconsueto quanto irrazionale giro lungo il Muro torto. Qui audio intervista a Luigi De Magistris.Una vera e propria maratona che non ha fiaccato però i trentamila partecipanti (cinquantamila secondo gli organizzatori).
Una bella manifestazione con un vero grande obiettivo, quello di mandar via il Governo Renzi anche attraverso il voto del 4 dicembre. Il senso del “No sociale”, come è stato più volte scandito da migranti, occupanti di casa, precari, studenti, giovani dei centri sociali, è non solo di fermare la falsa riforma della Costituzione, difesa con slogan agguerriti lungo il corteo, ma anche quello di voltare pagina con le politiche neoliberiste di austerità e massacro sociale. Non a caso sul palco, oltre a De Magistris, hanno preso la parola Nicoletta Dosio, No Tav, e Marina Boscaino, in rappresentanza del mondo della scuola.

“Hanno fatto di tutto per metterci i bastoni tra le ruote – dice Marta, portavoce del Comitato “C’è chi dice No”. Dall’imposizione del percorso, da piazza della Repubblica a piazza del Popolo passando per il Muro Torto e non per il centro storico per non farci avvicinare alla sede del Pd, alla richiesta di 6mila euro per le pulizie. Noi abbiamo risposto che alle pulizie ci pensiamo noi, restituiremo piazza del Popolo piu’ pulita di prima”.

“Il loro tentativo tuttavia- ha aggiunto Marta- e’ andato a vuoto. Nonostante il percorso anomalo e la burocrazia, la nostra
manifestazione e’ stata storica. Siamo oltre 30mila e molti di piu’ saremo a piazza del Popolo. Oggi abbiano ribadito forte e
chiaro quale sia la nostra posizione su questa riforma”.

Advertisements
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: