Aci Catena, aggredito dopo incontro de La destra «Certi ambienti mi vogliono zittire con la violenza» da: meridionews.it

Cronaca – Alla fine di una conferenza con il deputato regionale Nello Musumeci e l’ex sindaco catenoto Nello Oliveri, il presidente di Aci Catena bene comune è stato preso a pugni da quello che lui definisce un «sostenitore di Oliveri». Che dal canto suo non accetta che l’episodio sia strumentalizzato per fini politici

«Volevo rassicurare tutti i miei amici che sto bene, solo qualche graffio e gli occhiali rotti, anche se dal punto fisico ho riportato danni lievi ciò che resta è la mortificazione e la constatazione che ad Aci Catena è difficile poter fare politica con trasparenza e lealtà». È questo il messaggio con il quale Basilio Orfila, presidente dell’associazione Aci Catena bene comune, ha voluto comunicare ai propri amici le proprie condizioni di salute, dopo l’aggressione subita ieri sera davanti all’ex cinema Savoia, alla fine della conferenza sulla legalità organizzata da La destra di Nello Musumeci. A cui hanno partecipato, oltre al presidente della commissione antimafia dell’Ars, anche l’avvocato catanese Enrico Trantino, l’ex consigliere provinciale Enzo D’Agata e l’ex sindaco catenoto Nello Oliveri. «Un incontro plurale – spiega Orfila a MeridioNews – dove anche io, storicamente di sinistra, ho potuto prendere parola in un clima di dibattito democratico».

Aria che però cambia rapidamente quando, dopo l’intervento fatto da Orfila – che ha criticato la vicinanza di Oliveri con l’ormai ex primo cittadino Ascenzio Maesano, arrestato il 10 ottobre per un presunto giro di tangenti – una persona lo ha avvicinato fuori dalla sala e, dopo un breve scontro verbale, l’ha preso a pugni in faccia. «Verso l’uscita vedo un signore che conoscevo – racconta Orfila – che mi ha seguito fino all’uscita, insultandomi e dicendomi frasi come “anche tu sei stato assessore di Maesano, quindi cosa vuoi ora?”». «Il signore in questione – continua – da sempre sostenitore di Nello Oliveri, dopo qualche parola mi ha aggredito con uno sganascione che mi ha rotto gli occhiali, facendomi male anche al naso», aggiunge.

Ma non contento, dopo il pugno, l’aggressore – secondo le parole di Orfila – lo avrebbe buttato a terra, andandogli addosso con tutto il corpo. «L’uomo è fisicamente il doppio di me – spiega ancora – Ho cercato di difendermi, e ne è nata una colluttazione che mi è costata anche un’abrasione sul braccio. Siamo stati separati infine da alcune persone del paese. Lui se n’è andato, ed è finita li». Dopo aver però raccontato la brutta avventura su Facebook e aver ricevuto solidarietà da molti amici e conoscenti, Orfila è rimasto amareggiato per quanto scritto sul noto social network proprio dall’organizzatore dell’evento, Nello Oliveri che, invece che prendere le distanze, avrebbe parlato di uno scontro tra persone che nulla c’entrano con la politica. «Appare evidente che non si tratta di “due persone generiche”, come ci ha definito Oliveri – continua ancora il presidente di Aci Catena bene comune – ma di una vera e propria aggressione politica, essendo io un rappresentante della sinistra locale».

Orfila teme che il fatto non sia isolato e ci sia una precisa volontà di quelli che lui definisce «ambienti poco raccomandabili» per fargli del male. «Mi chiedo se questo signore sia stato mandato da qualcuno. Tre mesi fa, per una situazione completamente diversa il fratello dell’aggressore mi ha minacciato dicendomi che mi avrebbe preso a pugni. Forse c’è un passaparola in certi ambienti che mi vogliono zittire». La vicenda è arrivata oggi davanti ai carabinieri. «Sono andato in caserma, dove tornerò per perfezionare la denuncia. Per fortuna – conclude Orfila – non avevo ancora spento il registratore con il quale stavo registrando la conferenza, e sarà possibile ascoltare l’audio di quanto accaduto».

A replicare a distanza al presidente di Aci Catena bene comune è, però, lo stesso Oliveri, che non accetta che l’episodio venga strumentalizzato per fini politici. «Quanto accaduto ieri mi dispiace perché sono contro ogni forma di violenza – dichiara l’ex sindaco -. Ma vorrei specificare che tutto è avvenuto fuori dal salone dove ci eravamo riuniti. Io per primo l’ho saputo da una terza persona, quando tutto si era giàconcluso». Sulla polemica con Orfila, Oliveri taglia corto. «Avremmo potuto evitare il dibattito con chi è intervenuto con toni ai limiti dell’insulto – continua, facendo riferimento alle parole pronunciate da Orfila dalla platea – ma abbiamo accettato il confronto. Quello che non mi va giù è utilizzare un fatto spiacevole per infangare l’iniziativa».

Solidarietà ANPI Catania a tutta la popolazione colpita dal terremoto

Terremoto Centro Italia, nuova forte scossa magnitudo 6.5: “crolli ovunque” [LIVE]

Terremoto, violentissima scossa scuote l’Italia centrale

Pochi minuti fa, intorno alle 07:40, una nuova forte scossa di terremoto ha fatto tremare gran parte d’Italia: l’epicentro è stato ancora una volta sull’Appennino, secondo il Centro Sismico Euro Mediterraneo di magnitudo 6.6, quindi più forte sia di quelle di mercoledì 26 ottobre che della notte del 24 Agosto ad Amatrice. Restiamo in attesa dei dati INGV e di info dalle zone più colpite. Intanto a Roma e Firenze s’è scatenato il panico.

Il premier Matteo Renzi è in contatto con il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio, che e’ a Rieti dopo la nuova forte scossa di Terremoto.  La scossa e’ stata avvertita anche a Bolzano. Al corpo permanente dei vigili del fuoco del capoluogo altoatesino sono giunte le chiamate di cittadini preoccupati.

Secondo l’INGV la scossa è stata di magnitudo 6.1 a 10km di profondità, con epicentro nella zona compresa fra Perugia e Macerata, precisamente a Piè di Colle e Campi, molto vicino a Norcia, nella parte più meridionale dello sciame in atto da giorni.

L’Istituto nazionale di geofisica ha ricalcolato la magnitudo della scossa delle 7.40 che sale a 6.5.

Pochi minuti dopo la scossa principale, alle 07:44, s’è verificata un’altra scossa di magnitudo 4.6 nella stessa zona. Poi, alle 07:48, nuovo terremoto di magnitudo 3.9 stavolta più a Sud, tra Accumoli e Amatrice.

Terremoto, il Sindaco di Santangelo: “qui crolla e si apre tutto”

”Io sono a Fano, dove vivo, ma mi dicono che ci sono stati crolli, che e’ un disastro! Si e’ aperta la terra, c’e’ fumo,un disastro. Mauro Falcucci, sindaco di Castelsantangelo sul Nera, cerchera’ di raggiungere il paese, gia’ devastato dal sisma del 26 ottobre., ma non e’ sicuro di farcela: ”le strade saranno chiuse”. ”Spero che i testoni che erano rimasti a Santangelo si siano spostati nella notte”.

Terremoto, il Sindaco di Arquata: “è venuto tutto giù”

“E’ venuto tutto giu’, ormai non ci stanno piu’ i paesi”. Cosi’ il sindaco di Arquata del Tronto Aleandro Petrucci dopo l’ultima scossa di magnitudo 6.1. “Per fortuna che erano zone rosse – aggiunge -. La poca gente che e’ rimasta e’ scesa in strada, si sta abbracciando. Adesso stiamo andando in giro per le frazioni per vedere quello che e’ successo”.

Terremoto, il Sindaco di Ussita: “è crollato tutto”

”E’ crollato tutto, vedo colonne di fumo, e’ un disastro, in disastro!”. Lo dice il sindaco di Ussita, uno dei comuni piu’ colpiti dal sisma del 26 ottobre, Marco Rinaldi, dopo l’ultima forte scossa. ”Dormivo in auto, ho visto l’inferno…””.

Terremoto, nuovi crolli anche a Gualdo, Amatrice e Accumoli

A Gualdo, Castelsantengelo di Nero e nella frazione di Nocelleto, dopo la forte scossa di stamane, ci sono nuovi danni. Lo riferiscono questa mattina gli inviati di SkyTg24. La fortissima scossa di Terremoto ha causato nuovi crolli e lesioni anche nei territori colpiti dal sisma del 24 agosto, Amatrice, Accumoli e in tutte le frazioni. Alcune zone sono momentaneamente senza corrente. In corso sopralluoghi per valutare l’entit+á dei nuovi danni. Ad Amatrice sono crollate la torre civica e la chiesa di Sant’Agostino a seguito della nuova forte scossa di questa mattina.

Terremoto: frati in ginocchio davanti la statua di San Benedetto di Norcia

Frati in ginocchio davanti alla statua di San Benedetto a Norcia con accanto cittadini impauriti. Immagini mostrate da Sky. Sullo sfondo appare la cattedrale della citta’ umbra interessata da diversi crolli.

Terremoto, il Capo della Protezione Civile delle Marche: “ci sono crolli ovunque, temiamo persone sotto le macerie”

“E’ stata una scossa molto forte. Ci segnalano crolli a Muccia, Tolentino, in tutto l’entroterra Maceratese, stiamo cercando di capire se ci sono persone sotto le macerie”. Lo ha detto il capo della Protezione civile delle Marche Cesare Spuri. “La scossa – ha aggiunto – e’ stata molto forte anche ad Ancona”.

Terremoto, verifiche in corso anche a Roma

La sindaca di Roma Virginia Raggi, non appena si e’ avvertita la scossa di Terremoto in citta’, si e’ messa in contatto con la protezione civile per verificare la situazione a Roma. In mattinata a quanto si apprende Raggi sara’ al lavoro in Campidoglio per monitorare la situazione.

Terremoto, a Norcia sono crollate la Basilica di San Benedetto e la cattedrale di Santa Maria

La Basilica di San Benedetto e la cattedrale di Santa Maria argentea, a Norcia, sono crollate: sono rimaste in piedi parte delle facciate e delle strutture.

Terremoto, a Norcia la gente prega in ginocchio in piazza

Dopo la fortissima scossa di terremoto di stamattina alcune persone in piazza a Norcia si sono inginocchiate e stanno pregando. La scossa è stata fortissima ed è stata avvertita in tutta l’Umbria.

Terremoto, il Sindaco di Fabriano: “vari danni”

”So gia’ che abbiamo danni, ma non ho notizie piu’ precise. La scossa e’ stata fortissima, nelle case sono caduti mobili, oggetti, c’e’ stato panico, la gente e’ scappata per strada…” Il sindaco di Fabriano Giancarlo Sagramola ha riunito il Coc dopo la scossa di magnitudo 6.1 che ha svegliato la citta’. Gia’ 4 palazzi erano stati evacuati dopo il 26, e molti ieri dormivano nel Palasport.

Terremoto, Sindaco Ussita chiede elicottero per raggiungere Casali

Il sindaco di Ussita Rinaldi ha parlato al Tg1 di ulteriori crolli nel suo Paese e di strade bloccate. “Chiedo un elicottero per raggiungere la frazione di Casali che e’ attualmente bloccata. La’ ci sono delle persone” afferma il sindaco

Terremoto, notizie drammatiche da Norcia

Sono “notizie drammatiche” quelle che stanno giungendo da Norcia alla presidente della Regione Catiuscia Marini. Lo ha appreso l’ANSA. La presidente sta raggiungendo il centro di Protezione civile di Foligno per seguire la situazione. I vigili del fuoco parlano di un quadro ancora non chiaro ma di polvere vista alzarsi a Norcia, Cascia e Preci.

Terremoto, stop a metro di Roma

Per “verifiche tecniche” dopo il Terremoto, il servizio sulla metro A, B e B1 di Roma e’ “momentaneamente sospeso”. Lo annuncia il profilo Twitter di Atac, la municipalizzata dei trasporti di Roma. Sulla metro C si segnalano “lievi ritardi” per lo stesso motivo.

Terremoto, chiuso Ponte Romano a Rieti

E’ stato interdetto al traffico e sono in corso verifiche sul Ponte Romano che consente di accedere al centro storico di Rieti da piazza Cavour in seguito alle scossa della 7.40 di oggi.

Terremoto: due persone soccorse e salvate vicino Amatrice

Due persone sono state soccorse e messe in salvo subito dopo la forte scossa di Terremoto delle 7.40 a Poggio Vitellino, frazione di Amatrice. Sono in corso verifiche e interventi in tutte le frazioni e nel capoluogo comunale

Aggiornamenti LIVE