Domenica 4 settembre a Chianciano per impedire il raduno di Casa Pound. Appello dell’Anpi Autore: redazione da: controlacrisi.org

Domenica 4 settembre, alle 16.30 dai Giardini a Piazza Matteotti l’Anpi (qui l’appello) promuove una mobilitazione dell’intero territorio per rispondere collettivamente alla prossima riunione nazionale di Casa Pound che si terrà proprio a Chianciano Terme dal 9 all’11 settembre. Parteciperanno alla manifestazione, oltre a numerose realtà locali e nazionali, esponenti di Yaku, del Circolo Anpi Renato Biagetti – Roma e della Campagna “Io Non Dimentico” che presenteranno “Ultima fermata: una storia per Renato Biagetti” libro a fumetti di Zerocalcare e Erre Push, per ricordare Renato Biagetti dopo 10 anni dall’assassinio fascista.Secondo quanto prevedono gli organizzatori, i militanti di Casa Pound saranno tra i mille e i tremila. Numeri a parte (più o meno gonfiati), e nonostante le pressioni di parte della società civile per indurre Prefetto e Sindaco di Chianciano a impedire l’evento per motivi di ordine pubblico, l’incontro si farà al Palazzetto dello sport della cittadina termale.

Casa Pound è un partito politico, perché si è presentato alle elezioni, è un movimento con numerosi sedi, palestre biblioteche, sparse in tutta Italia, (la prima a Roma) e dunque secondo la posizione dell’amministrazione comunale ha diritto di cittadinanza anche in un paesino turistico e toscano come Chianciano. Ma Casa Pound, per chi conosce l’articolo, non è né un partito né un movimento come tutti gli altri.

“E’ quindi sorprendente, ma in questo Paese non ci sorprendiamo ormai più di nulla – si legge in una nota di Yaku – che un movimento/partito come Casa Pound non sia stato ancora sciolto per apologia di reato (si dichiarano apertamente fascisti del terzo millennio), per le loro ideologie e pratiche xenofobe, violente e intolleranti, senza contare i precedenti penali e le violenze a carico di tanti loro militanti e simpatizzanti. Fuori da qualsiasi tentativo di ricomposizione partitica a sinistra, oltre la diatriba politica destra-sinistra, o alla riproposizione seriale del nostalgico dualismo comunismo-fascismo, parteciperemo alla manifestazione del 4 settembre per sostenere i principi della democrazia, dell’inclusione sociale, della tolleranza e della solidarietà militante, senza muri ne steccati”

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: