No alla chiusura del reparto di malattie infettive all’ospedale Civile di Ragusa da: giornaleibleo.it

 

Incontro tra il presidente regionale di Federsanità-Anci Sicilia Giovanni Iacono e il consigliere regionale dell’Anaao (associazione medici dirigenti) Nunzio Storace. Si è discusso in primo luogo delle problematiche legate alla tutela della salute dei cittadini e si sono espresse forti preoccupazioni per la paventata chiusura presso il presidio ospedaliero Civile (nella foto) di Ragusa del reparto delle malattie infettive e tropicali.

Giovanni Iacono, al termine dell’incontro, ha affermato che: “Siano innanzitutto i cittadini che vengono curati o malcurati a decretare le strutture ed i reparti di eccellenza o i reparti dai quali ‘scappare’ e nel caso specifico le malattie infettive di Ragusa rappresentano un reparto che si è sempre distinto in positivo e la conferma è sempre venuta dai dati statistici sul numero di ricoveri, sul peso medio, sul tasso di occupazione, sulla soddisfazione dei pazienti”.

“E’ irrazionale – conclude Giovanni Iacono – scomporre ciò che funziona ed è grave attuarlo perché così continuando quando si arriverà ad aprire l’Ospedale nuovo a Ragusa sarà un ospedale iper-declassato perché non bisogna dimenticare i posti letto già persi di medicina di gastroenterologia e di pneumologia. Auspico pertanto che si torni indietro su scelte sbagliate”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: