No Tav, arresti stanotte in Val Clarea. Sit in serata al carcere delle Vallette e mercoledì fiaccolata a Bussoleno Autore: fabrizio salvatori da: controlacrisi.org

Dal 4 al 6 settembre per il movimento No Tav è stata una tre giorni di mobilitazione chiamata “Seminiamo Resistenza”. Nel pomeriggio di ieri c’era stata una dimostrazione davanti al cantiere e una ‘semina’ per “una valle viva e verde”. Ieri In serata un pezzo della folla che ha partecipato ha cercato di avvicinarsi al cantiere della Val Clarea. La polizia però è riuscita a dividerli il gruppo in due tronconi uno dei quali non è più riuscito ad allontanarsi. Gli arrestati sono otto tra cui uno studente delle scuole superiori di Torino che è stato portato al carcere minorile di Torino. Altri 4 sono studenti universitari torinesi, un altro un militante del centro sociale Askatasuna e due No Tav bolognesi. Stasera è in programma il presidio sotto il carcere delle Vallette, e per mercoledì una fiaccolata di solidarietà a Bussoleno.

Secondo la versione della polizia, intorno alle 22 il gruppo proveniente da Giaglione ha raggiunto la Val Clarea e si è sparpagliato nel bosco intorno al perimetro del cantiere. Secondo quanto riferisce la questura torinese alcuni attivisti hanno dapprima bloccato con catene e lucchetti un paio di cancelli, per impedire alle forze di polizia di uscire, e poi iniziato un lancio di petardi, fuochi d’artificio; ma alcuni poliziotti e agenti digos sono riusciti a uscire dall’area e hanno bloccato e arrestato otto attivisti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: