«Bruciateli vivi» e «buttateli a mare» Gli strali razzisti d’un ispettore Polfer da: il corriere della sera

È un dirigente della Polizia ferroviaria di Catania con un passato da consigliere comunale. Inneggia al fascismo e scrive sul fb: «Mi manca Hitler». Il questore Cardona ha «disposto l’avvio, con rapidità e rigore, di opportune valutazioni per provvedimenti»

di Nat. Fe.

shadow

Il razzismo corre sul filo dei social network . E non solo tra gente comune. Questa volta gli strali di odio arrivano da Gioacchino Lunetto, dirigente della Polfer di Catania con un passato consigliere comunale (ad Aci Sant’Antonio).
Il profilo fb di Lunetto è diventato un pulpito di minacce e insulti contro i profughi. Frasi orribili che si commentano da sole: «Migranti? Buttateli a mare». Oppure: «Bruciarli vivi e rimpatriarli» fino a «Mi manca Hitler».
Fanno eccezione solo i siriani: «Arrivano da una guerra» scrive.

Gravi offese a Kyenge e Boldrini

Si rifà, però, con l’ex ministro Kyenge e il presidente della Camera Laura Boldrini. «Dite loro che i loro amici, ospiti non invitati a casa nostra, sono dei selvaggi, bestie da sopprimere quantomeno per la mancanza di rispetto nei confronti degli italiani».
Il sito Meridionews racconta nei dettagli la vicenda (il profilo di Lunetto è stato oscurato, le frasi risalgono a circa 9 mesi fa) e ricostruisce anche alcune condivisioni del dirigente come una foto della pagina «I giovani fascisti» con questo testo: «Dovrei odiare Mussolini? Io non odio chi ha dato tanto onore alla patria». Il reato di apologia del fascismo viene reiterato in altre foto che inneggiano al la dittatura del Ventennio. E ancora: «Diamogli fuoco insieme agli Italioti che li indottrinano ed aizzano».

La Digos trasmette gli atti alla Procura

Infine è intervenuta la Digos di Catania che ha trasmesso alla Procura gli atti sulle dichiarazioni pubblicate dall’ispettore Lunetto. Il questore Marcello Cardona ha «disposto l’avvio, con rapidità e rigore, di opportune valutazioni per l’adozione di provvedimenti disciplinari».

Le reazioni politiche. «Agghiacciante»

«Che un funzionario della Polizia di Stato si esprima in questo modo vergognoso è inammissibile – ha dichiarato il deputato di Sel Erasmo Palazzotto – sono inaccettabili i toni, gli argomenti, le minacce, le offese razziste e gli insulti alle Istituzioni del nostro Paese. Le sue farneticazioni sono incompatibili con il giuramento prestato alla Repubblica italiana e alla Costituzione. Ci aspettiamo che il Capo della Polizia e il ministro dell’interno chiariscano e ci dicano quali atti abbiano intrapreso. In caso contrario, pronti a portare la vicenda in Parlamento nelle prossime ore». «Informerò il Governo con un’interrogazione parlamentare al Ministero dell’Interno» annuncia subito il parlamentare catanese del Pd Giuseppe Berretta. «I post di Lunetta sono agghiaccianti». «L’ispettore della Polfer di Catania Gioacchino Lunetto non può restare al suo posto un solo giorno di più» afferma a sua volta la presidente del Gruppo Misto-SEL Loredana De Petris che esprime «massima solidarietà» alla presidente Boldrini e all’ex ministra Kyenge, «colpite da offese ignobili e razziste».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: