Cofferati è fuori dal Pd dopo i veleni della Liguria. Ferrero: “Saluto positivamente la scelta. Pd irriformabile” da: controlacrisi.org Autore: fabrizio salvatori

“Me ne vado io da solo. Non ho intenzione ne’ di promuovere nulla, ne’ fondare un altro partito, ne’ di entrare un un altro partito ma non trovo piu’ nel Pd il rispetto dei valori in cui credo. Io cerchero’ di dare vita ad una associazione culturale. Ai liguri che mi hanno votato e hanno voglia di cambiare questo stato delle cose, io dico che non me ne vado, sto qui a lottare per cambiare: un’altra storia si puo’ e si deve scrivere”. Cosi’ l’europarlamentare Sergio Cofferati che oggi ha annunciato le proprie dimissioni dal Partito Democratico dopo la sconfitta alle primarie e la denuncia di pesanti irregolarita’ durante la consultazione dell’11 gennaio scorso. Cofferati, parlando dell’ inquinamento del voto del centrodestra non solo ha minacciato di aprire azioni legali ma ha anche citato Alessio Saso (Ncd) inquisito per voto di scambio che disse di far votare Paita “per poi fare accordo politico per le regionali”. Ha quindi parlato di “Eugenio Minasso, fascista non pentito che aveva sostanzialmente detto la stessa cosa”. “Poi – ha aggiunto – l’ex senatore Franco Orsi ha fatto lo stesso. Il centrodestra si è mobilitato per votare alle primarie del centrosinistra: questo è problema politico e morale”.
La nuova presa di posizione di Cofferati è stata così commentata dal segretario del Prc Paolo Ferrero. “Nel salutare positivamente questa scelta e nel manifestare la mia solidarieta’ a Sergio Cofferati, mi pare giusto sottolineare come non si tratti solo di un fatto individuale ma di un fatto politico, che segue lo sciopero generale e segnala la crisi del PD e la frattura tra questo e il movimento dei lavoratori”. Ferrero ha poi aggiunto: “Con ogni evidenza il PD di Renzi e’ irriformabile e non ha nulla a che vedere con la sinistra. Anche per questo e’ necessario costruire oggi in Italia una sinistra antiliberista che possa diventare il motore della costruzione dell’alternativa alle politiche di austerita’”.Oggi Ferrero era a Bologna per l’assemblea nazionale dell’Altra Europa con Tsipras’ – che ha salutato con un applauso la notizia dell’uscita dal PD di Cofferati.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: