A Kobanê sono necessari medici volontari e medicine da: UIKI

A Kobanê sono necessari medici volontari e medicine

Nella città del Rojava di Kobanê ,nel Kurdistan occidentale,la quale è stata è stata continuamente presa di mira dagli attacchi delle bande di ISIS durante gli ultimi 114 giorni durante i quali i combattenti delle YPG/YPJ hanno realizzato una resistenza eroica,il servizio sanitario per migliaia di civili e per i combattenti feriti delle Unita di difesa è stato fornito non dalle strutture sanitarie ma da medici e dallo staff medico di Kobanê che non hanno lasciato la loro città natale.

Le cure per i civili che sono rimasti feriti negli attacchi di mortaio e per i combattenti delle YPG/YPJ feriti durante gli scontri, sono fornite da medici volontari in un improvvisato e unico ospedale che è stato costituito dalla solidarietà dei medici e della popolazione locale.

Le attrezzature mediche e le medicine raccolte in ospedale comprendono quelle salvate dagli ospedali della città in rovina e quelle raccolte attraverso la solidarietà.Di fronte ai numerosi infortuni provocati dagli attacchi di ISIS sul centro città e durante gli scontri con le bande permane l’urgente necessità di attrezzature mediche,medicine e specialisti.

Il radiologo Dr. Mehmet Arif Elî,uno dei medici che presta servizio a Kobanê, ha affermato che sin dall’intensificazione degli attacchi da parte di ISIS hanno fornito un servizio a migliaia di persone locali e ai combattenti delle YPG/YPJ

Elî ha affermato che hanno utilizzato tutte le possibilità per essere in grado di fornire cure alla popolazione di Kobanê dopo che l’ospedale ed il centro di cura improvvisato che avevano successivamente costituito,sono statti anch’essi presi di mira e distrutti dagli attacchi di ISIS.

Egli ha sottolineato che hanno lavorato in condizioni dure e hanno affrontato in primo luogo la mancanza di attrezzature mediche,di personale e di medicine.

Eli ha inoltre sottolineato che l’intera infrastruttura della città è stata danneggiata a seguito degli attacchi,e recentemente, le condizioni stanno diventando difficili con l’inizio dell’inverno.

Ha chiesto a tutti di fare la propria parte al fine di soddisfare questa urgente necessità di Kobanê.

Menaf Kitkanî,dirigente di Heyva Sor a Kurdistan Kobanê,ha chiesto a tutti i lavoratori curdi della sanità,in particolare a quelli di Kobanê,di venire e fornire servizio alla popolazione di Kobanê. Menaf Kitkanî ha detto che c’è una particolare esigenza di chirurghi,ortopedici, internisti e medici dei bambini.

M.Z.ÇİÇEK/Ç.KAPLAN -ANF

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: