Mafia: Salvi, sottovalutate infiltrazioni in politica da: antimafia duemila

salvi-giovanni-web220 novembre 2014

Catania. “Per lunghi anni la presenza di infiltrazioni mafiose nelle attività politiche è stata sottovalutata certamente. Spero che oramai si sia compreso che debba esservi una vera e propria barriera. Di questo i cittadini dovrebbero essere i primi custodi”. Lo ha affermato il procuratore della Repubblica di Catania Giovanni Salvi (in foto) commentando i risultati dell’operazione “Caronte” del Ros, che ha portato all’esecuzione di 23 ordinanze di custodia cautelare per associazione mafiosa, estorsione, illecita concorrenza e intestazione fittizia di beni. L’indagine ha evidenziato tra l’altro come due imprenditori, Francesco Caruso e Giuseppe Scuto, tra gli arrestati, avrebbero intrattenuto rapporti con esponenti della politica, tra cui Giovanni Cristaudo e Raffaele Lombardo, indagati nell’indagine Iblis e condannati in primo grado per concorso esterno in associazione mafiosa. “Un bel lavoro fatto dal Ros – ha concluso – che ha esaminato i rapporti di cosa nostra con l’imprenditoria, in particolare con alcuni settori come il trasporto, e consentito di individuare alcuni legami con la creazione del partito nazionale dell’autotrasporto che concorreva alle elezioni in appoggio alla lista Lombardo”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: