Sel continua a dialogare con Renzi. Messaggio di Tsipras: “Lottare contro la barbarie dell’austerità” | Autore: fabrizio salvatori

All’assemblea nazinoale di Sel Vendola incassa il sì della stragrande maggioranza del partito. Migliore impone a dieci dei suoi l’astensione. La linea di forte mediazione lo convince a metà. Questa la formula usata da Vendola: “Dobbiamo proseguire nella strada che abbiamo gia’ incominciato a percorrere, dialogando con Matteo Renzi e sfidandolo nello stesso tempo, in primo luogo sui vincoli dell’Unione europea”. Niente di nuovo, quindi. Secondo il leader di Sel, in autunno i nodi verranno al pettine al di la’ degli spot televisivi e noi dovremo svolgere il nostro ruolo se non vogliamo essere destinati a ridurci la mummia di una speranza. Stiamo dando una cattiva notizia a chi si aspetta
oggi il de profundis di Sel”. All’assemblea ha mandato un suo messaggio Alexis Tsipras. Questo il testo della lettera. 

Carissime compagne e compagni dell’Assemblea Nazionale di SEL,
volevo ringraziarvi per la vostra determinazione e coerenza con cui avete condotto la battaglia delle elezioni europee. “L’Altra Europa” è riuscita di superare difficoltà e avversità e ha ottenuto un risultato elettorale significativo. Ha fatto cadere la legge elettorale antidemocratica, ha superato la censura e grazie allo spirito di sacrificio di migliaia di compagne e compagni e attiviste e attivisti è riuscita a eleggere tre eurodeputati in un scenario politico e sociale difficile in Italia e in Europa. L’aiuto dei militanti e amiche e amici di SEL in questo sforzo collettivo era determinante.

Il nostro successo nella battaglia delle elezioni europee ha dimostrato che in questa difficile lotta, per far fronte alle sfide, non deve mancare nessuno e che nonostante le difficoltà è importante continuare la strada dell’unità con pazienza, insistenza e dialogo. Conosco molto bene, dalla esperienza di Syriza in Grecia, che questa è una difficile strada. Ma è l’unica strada che può portare alla luce. Le notizie che mi sono arrivate dall’Italia negli ultimi giorni sono molto tristi. Il posto della speranza, dell’ottimismo, dell’altruismo e della lotta comune e disinteressata è stato preso da contrapposizioni e disaccordi per la ripartizione della rappresentanza e dei seggi al Parlamento europeo. Credo che la presenza di Barbara Spinelli al Parlamento europeo è positiva, come credo che potete ù importanti di quelle che ci dividono, specialmente in tempi di crisi. In ogni caso vale la pena di continuare la sfida del progetto de “L’Altra Europa”, come una figura collettiva e plurale, che potrà rappresentare per i prossimi cinque anni tutta la Sinistra Italiana al Parlamento europeo, ma contemporaneamente anche una piattaforma di democrazia diretta e di azione collettiva all’interno.

Pochi giorni fa a Bruxelles ho avuto l’occasione di incontrarmi con Nichi Vendola, Nicola Fratoianni, Arturo Scotta e Francesco Martone e riaffermare la nostra volontà per continuare il nostro comune cammino. Non ho alcun dubbio della sincerità di queste intenzioni. A Bruxelles, come ad Atene e Roma, da qualunque posto, siamo pronti a lottare contro la barbarie dell’austerità neoliberale e di difendere la dignità e i diritti dei nostri popoli, specialmente dei lavoratori del precariato, dei disoccupati e dei giovani. Ho piena fiducia che in questa battaglia la Sinistra Ecologia Libertà e “L’Altra Europa” saranno in prima linea. Vi auguro di cuore buon successo al lavori della vostra Assemblea Nazionale e a tutti voi di essere forti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: