Occupazione in Italia sotto il 60%, si torna ai livelli del 2002, peggio solo la Grecia da: controlacrisi.org

Eurostat fa sapere che l’obiettivo, per l’Italia, di occupare, entro il 2020, il 67% della popolazione lavorativa si va allontanando. Gli italiani tra i 20 e i 64 anni, nel 2013, sono rimasti occupati al 59,8%,in calo rispetto agli anni precedenti, Il Paese torna così indietro di 10 anni, quando registrava, nel 2003. il 60,1% di occupati.Al livello del nostro Paese ci sono – secondo Eurostat – altri 12 paesi dell’Unione europea che, dal 2008, hanno registrato un continuo ribasso del tasso di occupazione.

Solo la Grecia nel 2013 ha perso più dell’Italia: il tasso di occupazione è sceso da 55,3% a 53,2%, perdendo 2,1 punti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: