L’appello di Micromega: «Silvio subito in galera» Fonte: il manifesto | Autore: red.

Il caso. «La libertà di Berlusconi è un’indecenza», continua a «lordare impunemente la scena pubblica». Il testo, lanciato dal direttore Flores d’Arcais, da don Aldo Antonelli, Roberta de Monticelli, Giorgio Parisi e Adriano Prosperi (questi ultimi schierati con la lista L’Altra Europa con Tsipras) in poche ore raccoglie 3mila firme

16desk2f01-ITA-centro-anziani-cesano-bocone-sacra-famiglia-BERLUSCONI

«La libertà di Ber­lu­sconi è un’indecenza», il «delin­quente paten­tato» deve andare «in galera o in strin­genti domi­ci­liari che gli ini­bi­scano radi­cal­mente la scena pub­blica, che invece con­ti­nua impu­ne­mente a lor­dare». Que­sto in sin­tesi l’appello lan­ciato ieri dalla rivi­sta Micro­mega, fir­mato dal diret­tore Flo­res d’Arcais, da don Aldo Anto­nelli, Roberta de Mon­ti­celli, Gior­gio Parisi e Adriano Pro­speri (que­sti ultimi schie­rati con la lista L’Altra Europa con Tsi­pras) e in poche ore sot­to­scritto da 3mila per­sone. «Non revo­care» al lea­der di Fi l’affidamento ai ser­vizi sociali «diventa ora un affronto alla legge eguale per tutti», dice il testo. Che ha pro­vo­cato una piro­tec­nica levata di scudi dei

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: