Difendiamo la Costituzione. 25 Aprile 1945 – 25 Aprile 2014

Il 25 aprile 1945 la Resistenza liberava l’Italia dal nazifascismo.
Nello scrivere la Costituzione più bella del mondo, i “padri e le madri costituenti” la dotarono di un sistema di bilanciamento di poteri tra Parlamento (composto di Camera e Senato), Governo e Presidente della Repubblica e di un’efficace procedura di revisione (art.138 Cost.), in modo da renderne difficile lo stravolgimento dei principi qualora il popolo italiano dovesse vivere (come, poi, è successo) dei momenti difficili nella sua vita democratica.
Oggi è in atto un pericoloso tentativo di stravolgere l’equilibrio costituzionale: il decreto delegato sull’abolizione del Senato come assemblea elettiva, unito alla legge elettorale, in discussione in Parlamento, che, anch’essa, rafforza i poteri del Presidente della Repubblica e del Governo, vanno verso “un’ulteriore e grave riduzione dei margini di democrazia, che noi, invece, consideriamo intangibili alla luce dei principi e dei valori costituzionali” (Carlo Smuraglia, Presidente nazionale ANPI).

La Costituzione può essere riformata ma non stravolta e va, in ogni caso, rispettata la linea costituzionale di valorizzazione del Parlamento, in quanto rappresentante diretto della volontà popolare.
Manifestazione Nazionale Pubblica dell’A.N.P.I. – Roma 29/04/2014 Teatro Eliseo, ore 16,30 :
“Progetto di riforma costituzionale ed elettorale all’esame del Parlamento”.
Interverranno:

CARLO SMURAGLIA, LORENZA CARLASSARE, STEFANO RODOTA’, GIANNI FERRARA
Viva il 25 Aprile
Viva la Resistenza
Viva la Costituzione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: