L’odissea dei lavoratori socialmente utili nelle scuole: a fine febbraio stop alle pulize Autore: redazione da: controlacrisi.org

Il 28 febbraio circa 24.000 lavoratori socialmente utili impegnati da 20 anni nella pulizie della scuola corrono il rischio di essere licenziati o di vedersi decurtati del 50 % un salario che attualmente e’ al massimo di 900 euro al mese.
La denuncia arriva dal presidente della commissione Lavoro della Camera, Cesare Damiano che sottolinea come in questo modo circa quattromila siti scolastici si vedrebbero privati di un servizio essenziale per garantire la pulizia delle scuole e le attivita’ integrative che si svolgono nel pomeriggio.
“La rilevanza di tale delicata vicenda rende necessario che tale vertenza venga gestita direttamente dalla Presidenza del Consiglio. Servono urgentemente circa 70 milioni per coprire la proroga dei servizi fino a giugno ed impegnare anche le Regioni a concorrere alla risoluzione del problema”, prosegue rivolgendosi al premier.”Facciamo appello al presidente del Consiglio, Enrico Letta, affinche’ assuma questa vertenza come una delle priorita’ del governo: sono in discussione il destino di migliaia di lavoratori e la qualita’ del diritto all’istruzione”, conclude.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: