Ilva, Vendola ride al telefono con il braccio destro dei Riva da: controlacrisi.org

Davvero brutta questa telefonata tra il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, e Girolamo Archinà, il braccio destro dei Riva. Che Vendola chiama al telefono per complimentarsi del “scatto felino” dell’ingegnere. Che infastidito dalle domande di un giornalista a proposito del benzopirene (un potenete cancerogeno) e delle morti per cancro causate dall’Ilva, gli strappa di mano il microfono in malo modo. La telefonata è stata resa nota sul sito del Fatto Quotidiano. «Io e il mio capo di gabinetto abbiamo riso per un quarto d’ora», dice Vendola commentando la «scena fantastica». Ma non solo, nella telefonata Vendola, dopo le risate, fa sapere ad Archinà di essere a disposizione: «Dica a Riva che il presidente non si è defilato».
Il presidente Vendola replica parlando di «operazione lurida» e la telefonata si spiega semplicemente per i rapporti necessari ad affrontare i problemi aperti. «Sono l’unico sono l’unico che si è battuto per Taranto e «stiamo cercando di convincere l’Ilva a mettere le centraline per monitorare la situazione. La telefonata estratta dal suo contesto è un’operazione lurida, un tentativo di sciacallaggio e di linciaggio». E chiede di farsi interrogare presto dal giudice.
Ma ormai è bufera

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: