Viva La Costituzione aderisce allo sciopero del 15 novembre

 

 

1176288_10202012633101094_362010238_n

PER LO SCIOPERO DEL 15 NOVEMBRE

 

Lettera aperta ai Catanesi

 

La crisi economica che avanza, le aziende che chiudono, migliaia di lavoratori per strada, l’esaurirsi degli ammortizzatori sociali (cassa integrazione in deroga), il lavoro precario sottopagato, la disoccupazione giovanile in crescita.

In Sicilia tutto questo è esaltato dalla colpevole insipienza delle classi dirigenti.

Crisi economica e crisi politica si intrecciano. Alla offensiva dei padroni contro i ceti subalterni si accompagna il tentativo di governare la rabbia e il rifiuto con modifiche costituzionali che riducano al minimo le possibilità di risposta e di resistenza.

Dall’abrogazione dell’art.138 della Costituzione al rafforzamento dell’esecutivo (semipresidenzialismo, premierato forte) ed alla vanificazione dei poteri di controllo e di indirizzo del parlamento, si delinea il progetto di riforma autoritaria in atto.

 

Legge di Stabilità e Controriforma delle Istituzioni sono legate in un unico nodo.

 

I sindacati hanno, con limiti e ritardi, deciso di costruire un’opposizione sociale al governo “dell’austerità”, un governo guidato dai poteri sovranazionali del capitale finanziario.

Occorre saldare la lotta sociale e quella per la democrazia. Lo sciopero del 15 non è solo quello dei lavoratori dipendenti, dei precari, dei disoccupati, dei pensionati, dei sindacati.

Esso chiama tutti i cittadini che hanno a cuore la Repubblica.

 

Partecipiamo in massa al corteo per lo

 

SCIOPERO GENERALE

 

VENERDI’ 15 NOVEMBRE 2013

 

Concentramento ore 09.30 Ingresso Villa Bellini  (via Etnea)

 

 

Comitato Viva la Costituzione di Catania

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: