Comunicato stampa: 25 aprile anche in provincia di catania

 


In occasione del 25 aprile, festa della Liberazione dal nazifascismo, l’A.N.P.I. di
Mascalucia e dei Comuni etnei ricorda i caduti nella guerra contro la barbarie
delle truppe tedesche nell’agosto del 1943.
La libertà e la convivenza pacifica che godiamo oggi
sono state duramente conquistate dai nostri padri.
A Mascalucia, Castiglione, Pedara, Belpasso, Nicolosi, Tremestieri, Valverde,
cittadini sono insorti per impedire ruberie e violenze contro cittadini disarmati che
sono stati uccisi dalle truppe tedesche agli ordini di governi nazi-fascisti.
Cittadini che hanno pagato con la vita la lotta per il diritto alla giustizia e alla
libertà di tutti gli italiani.
Sono caduti a Mascalucia: Francesco Wagner, soldato italiano
Giovanni Amato Aloisio, armaiolo
Giuseppe La Marra, soldato italiano
a Tremestieri: Alfio Faro, giovane contadino
aValverde: Frate Arcangelo, monaco dell’eremo di Sant’Anna
a Belpasso: Giuseppe Sciacca, giovane contadino
Tutti vanno ricordati per alimentare la riconoscenza di chi in
questa pace può ancora vivere e per impedire il ripetersi di
quegli eventi.
Per questi martiri, per gli eroi, per la città di Mascalucia, e per i Comuni etnei
coinvolti, abbiamo avviato alla Presidenza della Repubblica una richiesta di
riconoscimento ufficiale e di onorificenze, per il contributo che dal nostro territorio
è venuto alla costruzione della nuova Italia repubblicana e antifascista.
Per l’Associazione Nazionale Partigiani Italiani
della zona etnea: Nicola Musumarra