Elegia per i fratelli migranti fatti annegare: poesia di Mario Bonica

ELEGIA PER I FRATELLI MIGRANTI FATTI ANNEGARE

 

di  Mario Bonica

(dedicata a tutti i “clandestini” sepolti in fondo al mare)

Loro verranno dal mare

il 10 agosto sulle vostre spiagge

nella notte in cui anche le stelle

piangerebbero lacrime di sale –

verranno dai gorghi profondi

dei cimiteri marini

un popolo di esclusi e di reietti

mai rassegnati

a richiedere ancora un’altra vita

un’altra possibile vita

alle vostre vacanze insensate

d’assenza di coscienza e umanità.

Voi che reclamate benessere e consumi

perenni…

e vacanze-crociera animate

da vacuo idiotizzante

divertimento coatto –

meschini uomini e donne

di un’Europa senz’anima – mercato

di vita e umanità mercificata –

voi li vedrete venire

dal mare sulle coste e sulle rive

nella notte di stelle piangenti

le mani protese incrostate di sale

e le lacrime bianche ormai cristallizzate

nei loro volti ribelli –

li vedrete riemergere dal mare

il popolo degli annegati

a pretendere ancora un altro approdo

un’altra possibile vita,

a pretendere ciò che gli fu tolto

con violenza ed inganno

da leggi disumane di rapina

e schiavismo – vergogna vacanziera

di un’Europa senz’anima

cristianamente assassina

d’uguaglianza e giustizia –

macchina da guerra

contro gli eclusi e i poveri del mondo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: