Busto Arsizio, 15 gennaio: Commemorazione della deportazione di 7 operai e dei Resistenti della Comerio

Deportazione alla Comerio, omaggio in via Magenta

Saranno ricordati anche gli altri lavoratori della Comerio che hanno perso la vita per la libertà: i partigiani Giovanni Ballarati, Luigi Caimi, Rodolfo Mara, Bruno Raimondi e Mario Vago

    Dal sito: http://groups.google.com/group/deportatimaipiu?hl=it?hl=it

 
Verso il campo di concetramento di Auschwitz (foto Girella, Lapresse)
Verso il campo di concetramento di Auschwitz (foto Girella, Lapresse)
 
Busto Arsizio, 13 gennaio 2011  – Fu uno dei momenti principali nella storia iniziale della Resistenza. La deportazione di sette lavoratori della ditta Comerio Ercole, tutti componenti della commissione interna alla fabbrica, risalente al 10 gennaio del 1944, verrà commemorata questo sabato. I sette dipendenti – Vittorio Arconti, Arturo Cucchetti, Ambrogio Gallazzi, Alvise Mazzon, Giacomo Biancini, Guglielmo Toia e Melchiorre Comerio – vennero arrestati con l’accusa di aver organizzato un sciopero. uno sciopero, vennero arrestati. Solo Comerio, fratello del titolare della ditta, venne rilasciato, gli altri furono deportati nel campo di sterminio di Mauthausen. Arconti, Gallazzi e Cucchetti non fecero ritorno a casa. Mazzon morì qualche mese dopo la fine del conflitto Continua a leggere

La nota del CPO Experia di Catania del 13 gennaio

Alle ore 17 di ieri 12 gennaio il quartiere Antico Corso è stato nuovamente invaso da un gran numero di agenti di polizia accompagnati dalla Digos di Catania.

Quale pericoloso crimine era stato commesso ai danni della comunità? Quale temibile criminale si nascondeva nella zona?

La risposta è… ANCHE STAVOLTA NESSUNO! Le forze dell’ordine si sono mobilitate per sgomberare un GIARDINO. Il Giardino Popolare Occupato di via Idria 16, dove sovversive proiezioni di film e cartoni animati, inquietanti arrusti e mancia di quartiere, arditi tuffi nella piscina gonfiabile, un sospetto orto di pomodori e una pericolosissima tombolata della Befana avevano soppiantato rovine, sterpaglie, topi e spazzatura.

Che cosa vuol dire quest’ennesimo sgombero?

1) che dalle poltrone del Continua a leggere

14 gennaio: Susanna Camusso a Catania. Comunicato stampa della Cgil

CGIL di Catania

Comunicato stampa

 Il 14 gennaio Susanna Camusso a Catania

 Venerdi’ 14 gennaio il segretario generale della Cgil nazionale Susanna Camusso sara’ a Catania in occasione dell’assemblea dei quadri e delegati. L’appuntamento e’ all’ Hotel Sheraton a partire dalle 9,30. Tema dell’incontro: “Il futuro è dei i giovani. Catania può riscattarsi: legalità, sicurezza, cultura, innovazione, lavoro”. La relazione sarà affidata al segretario della Camera del lavoro di Catania Angelo Villari; partecipa Mariella Maggio, conclude Susanna Camusso.

 RMDN

Gerardo Sangiorgio, di Biancavilla – Catania -, ex I.M.I., sopravissuto ai Lager nazisti

Gerardo Sangiorgio, di Biancavilla  – Catania -, ex I.M.I., sopravissuto ai Lager nazisti

 

Nell’approssimarsi della “Giornata della Memoria”, 27 gennaio, è obbligo civile e democratico ricordare Gerardo Sangiorgio, 1921 -1993, nativo di Cancello ed Arnone ( Caserta). Dopo avere frequentato il Ginnasio “Nicola Spedalieri” di Catania acquisì la Maturità classica al Liceo “ Giovanni Verga” di Adrano. Insegnante, poeta e saggista, vissuto a Biancavilla in provincia di Catania. Nel 1941 si iscrisse all’ Università di Catania, facoltà Lettere classiche. Dopo l’imposizione all’inserimento nel servizio militare dei “Volontari Universitari”, nel 1942 fu inviato in Grecia….costretto a “contribuire” a spezzare le reni a quel paese, come testualmente declamato da Mussolini. Nel contesto della sua opera “ Quando l’algente verno….” ( 2001) racconta direttamente le drammatiche vicissitudini subite nei lager nazisti.

All’8 settembre del 1943, ventiduenne,  si “ritrovava” a Parma, nella Scuola di Applicazione di Fanteria. Immediatamente dopo l’annunzio dell’armistizio stipulato Continua a leggere