Gravissimo attacco all’onorabilità istituzionale del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

Gravissimo attacco all’onorabilità istituzionale

     del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

 

 Ieri 15 agosto, in una intervista rilasciata alla gazzetta della “ famiglia”, un deputato dl Pdl, con ruolo di vicepresidente di codesto partito alla Camera, Maurizio Bianconi, ha così, tra l’altro, “ solennemente” declamato:

“Giorgio Napolitano sta tradendo la Costituzione. La Costituzione la puoi tradire non rispettandola, oppure fingendo di rispettarla»”. …….”Napolitano smentisce se stesso, con un atto di incoerenza gravissima, dicendo no al voto anticipato e sì alla ricerca di un governo tecnico».

 Affermazioni inaudite, gravissime,  che disonorano l’onorabilità istituzionale del Presidente, dato che a maggior ragione  provengono da un signore che nominalmente riveste un importante incarico del partito di Berlusconi.

 Tant’è,  che oggi, il Presidente, risponde: “ Tradisco la Carta Costituzionale, Chiedano impeachment”, dichiarando: Bianconi “si è abbandonato ad affermazioni avventate e gravi sostenendo che il Presidente Napolitano ‘sta tradendo la Costituzione’. Essendo questa materia regolata dalla stessa Carta (di cui l’onorevole Bianconi è di certo attento conoscitore) se egli fosse convinto delle sue ragioni avrebbe il dovere di assumere iniziative ai sensi dell’articolo 90 e relative norme di attuazione. Altrimenti le sue resteranno solo gratuite insinuazioni e indebite pressioni, al pari di altre interpretazioni arbitrarie delle posizioni del Presidente della Repubblica e di conseguenti processi alle intenzioni”.

 Bravo Presidente.

Esprimiamo tutta la nostra piena e convinta solidarietà! 

 Così recita l’articolo 90 Continua a leggere

Feletto brucia, 16 agosto 1944…….” gli eroici bravi” dell X Mas

Feletto brucia 16 agosto 1944

il 16 agosto di buon mattino una colonna di fascisti e tedeschi arrivò in piazza comandata da un capitano tedesco Baumgartner. Fu chiamato il parroco Don Barettini e si comunicò l’ordine dell’incendio del paese. –
Rita 24 anni raccontò….. e così incominciarono a bruciare . Poi ad una certa ora è arrivato il famoso principe Borghese -Junio Valerio Borghese comandante della decima mas-, me lo vedo ancora davanti con il frustino che batteva sugli stivali e disse ai suoi uomini : ” tutto questo avete bruciato? ricominciate di nuovo a bruciare .
Bruciate ancora , Continua a leggere