Nota autobiografica di Giuseppe Alizzi, partigiano di Giarre. Primo comandante del battaglione italiano ” Pino Budicin” che operò in Istria durante la Lotta di Liberazione

L’Anpi di Catania alcune settimane addietro ha contattato  “ L’Unione Combattenti Antifasciste e Antifascisti” di Rovigno, in Istria ( Croazia), chiedendo informazioni sull’attività di partigiano di Giuseppe Alizzi di Giarre – deceduto nel 1991 -; primo comandante del battaglione italiano “Pino Budicin), particolarmente distintosi nella lotta contro i nazifascisti in Istria e nelle aree limitrofe.

Abbiamo ricevuto una nota biografica scritta dallo stesso Alizzi, inviata agli inizi degli anni 80 al centro di Ricerche Storiche di Rovigno,  inserita nel libro “ I Protagonisti raccontano”.

Sono cinque pagine che in maniera intensa e coinvolgente mettono in evidenza il grande impegno di Giuseppe Alizzi durante la Lotta di Liberazione. Un uomo con una grande  passione civile ed una intensa volontà di contribuire a conquistare la libertà e i valori umani violentemente calpestati dal nazifascismo.  Gli fu conferito il grado di capitano dell’Esercito di Liberazione Jougoslavo, e decorato con “Ordine al Valore”.

Alizzi, successivamente, continuò attivamente nella sua azione di partecipazione democratica. Nel decennio 1960 -1970 fu consigliere comunale a Giarre, eletto nelle file del Pci. Poi, consigliere provinciale. Raccolse sempre la stima di moltissimi cittadini di Giarre. Per molti anni fu maestro nelle scuole elementari.

Come Anpi intendiamo onorare degnamente la sua memoria, valorizzando i suoi atti di vero combattente per la Libertà.

A tal fine nel corso del mese di settembre organizzeremo a Giarre un apposito incontro pubblico.

 ANPI  Catania

*****************

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: