15 luglio 2010: a 50 anni dalla morte Agira ( Enna ) commemora Salvatore Novembre, martire per la difesa della democrazia

 

 All’alba dell’ 8 giugno del 1960 Salvatore era partito con la corriera  da Agira, per Catania,  dove svolgeva il suo lavoro di operaio edile. Appena ventenne. Gli sorrideva la vita. Sperava di certo in un dolce e migliore avvenire, assieme alla sua giovane moglie sedicenne, sposata appena quarantacinque  giorni prima.

Lavoro, diritti e democrazia. Questo “ trittico”, fondante della Costituzione italiana,  tenacemente lo accompagnò, assieme a migliaia di lavoratori, cittadini e giovani,  lungo tutto il “percorso” della manifestazione che si svolse a Catania in quel fatidico 8 luglio, contro la pretesa imposta dal governo democristiano retto da Tambroni di governare con il sostegno dei fascisti dell’MSI, a soli 15 anni dalla Liberazione.

La sua voglia di riscatto e Continua a leggere

Solidarietà degli operai della Fonderie Zen per dire no allo sfratto per morosità incolpevole di Mehrez Ridha in via Montegrappa 44 a Selvazzano

Dal sito: http://www.fiom.cgil.it

Questa mattina presto, un pullman di lavoratori delle fonderie Zen è arrivato a casa del sig. Mehrez Ridha per portare la loro solidarietà ed impedire l’esecuzione dello sfratto per morosità fino a quando non ci sarà il passaggio da casa a casa.

Mehrez abita in un alloggio in affitto a €. 650,00 il mese in via Montegrappa 44 a Selvazzano Dentro, da marzo ’09 non è più riuscito a pagare l’affitto perché è stato messo in cassa integrazione a €. 750,00 il mese.

E’ stato emozionante vedere i compagni di lavoro essere lì presenti con le bandiere della FIOM a difesa del diritto alla casa del loro compagno di lavoro e ripetevano anche di tutte le altre famiglie italiane e straniere Continua a leggere

Onoriamo la memoria di Speranza Ernesto, partigiano di Agira ( Enna). Fucilato dai nazisti al Pian del Lot ( To) il 2 aprile 1944

Ernesto  Speranza

aviere partigiano della I Divisione Garibaldi – 105° Brigata e del Corpo dei Volontari della Libertà di Pinerolo della 105ª brigata Garibaldi, nome di battaglia Visconti.
Nato ad Agira il 26 novembre del 1922 ( di Filippo e di Pistorio Domenica).
Venne fucilato dai nazisti – assieme ad altri 26 martiri partigiani -, al Colle della Maddalena Pinerolo – Pian del Lot ( Torino) il 2-04-1944.
 
**********
 
Il monumento ai fucilati al Pian del Lot  – in località Colle della Maddalena
 
da:  

Lapidi della città di Torino ai caduti per la liberazione

La sera del 30 marzo 1944, verso le 20,30 in un’azione gappista venne ucciso il caporale della Flak tedesca Walter Wolhlfahrt, in servizio presso una postazione di artiglieria antiaerea collocata al Pian del Lot, presso il colle della Maddalena, sulla collina torinese. Tre giorni dopo ebbe luogo, nelle vicinanze della postazione stessa, la più sanguinosa rappresaglia eseguita dai tedeschi in città. 27 detenuti vennero Continua a leggere