L’Anpi di Catania ha richiesto al Sindaco il restauro dell’epigrafe sulla lapide di Graziella Giuffrida

                                                                                         Catania, 30 marzo 2010

 Al  Sindaco di Catania

on.  Raffaele Stancanelli

 Oggetto: Restauro epigrafe sulla lapide della martire  

              antifascista catanese  Graziella Giuffrida 

              

Egregio Signor Sindaco,

       nell’approssimarsi della celebrazione del 25 Aprile, 65° Anniversario della Liberazione, riteniamo dignitoso, per il giusto mantenimento della memoria civile e democratica e della dignità patria,  che il Comune di Catania appresti con urgenza un appropriato intervento operativo di restauro dell’epigrafe incisa nella marmorea lapide posta in piazza Machiavelli ( angolo con via Bellia) a perenne ricordo della giovane ventunenne maestra catanese Graziella Giuffrida che, uccisa dai nazifascisti a Rocca dei Corvi – Genova – durante la Resistenza, immolò la sua vita per la democrazia e la libertà. 

        L’epigrafe, infatti, sottoposta all’usura del tempo, risulta totalmente illeggibile.

        Anche quest’anno, in virtù delle modalità commemorative da tempo rinsaldate, durante lo svolgimento del corteo del 25 Aprile sarà deposta una corona d’alloro ai piè della lapide.

Nel ringraziarla per un suo fattivo intervento inviamo Distinti Saluti

Il Presidente e la Segreteria provinciale dell’Anpi di Catania

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: