Profanata la memoria di Anna Frank

 

 

A pochi giorni dal 27 gennaio, “Giornata della Memoria”, dedicata al perenne ricordo degli oltre 40.000 italiani che furono sterminati nei Lager dalla furia assassina dei nazi-fascisti, in questa odierna Italia, con grande pervicacia, forze politiche tendono in maniera sempre più crescente e frenetica, a modificare e cancellare le memorie, i sentimenti comuni, le fondamenta civili e democratiche edificativi del nostro consesso sociale.  Continua a leggere