Corteo del 25 Aprile

A.N.P.I. – Associazione Nazionale Partigiani d’Italia –

Sezione di Catania

 anpicatania@yahoo.it

                                                                                                                                    Catania 24, aprile 2009

 

                                                COMUNICATO STAMPA

 

Corteo del 25 Aprile

1945-2009

 

64 ° Anniversario della Liberazione del popolo italiano

dalla dittatura fascista e dall’occupazione nazista

 

Liberata L’Italia, riconquistate Democrazia e Libertà.

 

         Per affermare e difendere: Costituzione, Democrazia, Equità sociale, Diritti di cittadinanza e del lavoro, Doveri pubblici, Uguaglianza tra i generi, Solidarietà, Accoglienza, giorno 25 Aprile – sabato – si svolgerò a Catania la manifestazione provinciale organizzata dall’ANPI – Associazione Nazionale Partigiani d’Italia -, da ANED – Associazione Nazionale ex deportati -, da ANPPIA – Associazione Nazionale Perseguitati politici italiani antifascisti – e dalla CGIL, con il supporto di un’ampio schieramento di forze politiche, sociali ed associazionistiche.

          Il concentramento è fissato in p.za Stesicoro alle ore 9.30.

          Il corteo si svolgerà lungo Via Etnea, via V. Emanuele, via Plebiscito.

          Il comizio conclusivo si terrà in p.za Dante con gli interventi di Nunzio De Francesco – partigiano, ex deportato nel Lager di Mauthesen, presidente dellAnpi di Catania – e di Maria Salanitro, nuora del martire antifascista catanese prof Carmelo Salanitro, assassinato nel Lager di Mauthausen il 24 aprile del 1945.

           In onoranza ai caduti della Lotta della Resistenza una delegazione collocherà una corona di alloro nel cortile del Palazzo di Città – p.za Duomo –ai piè della lapide che ricorda alcune decine di partigiani catanesi sacrificatosi, tra i tanti della nostra provincia, durante la Lotta partigiana. Due brevi interventi, in rappresentanza delle donne e degli uomini che parteciparono alla Liberazione, accompagneranno il momento solenne.

          Inoltre, in p.za Machiavelli, una corona di alloro sarà posata ai piè della lapide, posta sulle mura della casa natia angolo via Bellia, che richiama alla memoria la giovane maestrina catanese antifascista Graziella Giuffrida, ventunenne aggregata ai gruppi partigiani operanti in Liguria, arrestata, torturata ed uccisa nella zona di Genova il 15 marzo del 1945. Sulla lapide, tra l’altro, così è scritto a ricordo perenne “ a monito che la libertà si conquista e si difende e che le dittature si combattono anche a prezzo della vita”. In un breve cenno di memoria sarà ricordata Beatrice Benincasa, catanese ventenne della brigata Matteotti torturata ed uccisa a Monza il 17 dicembre del 1944.

          Un mazzo di garofani rossi sarò adagiato all’inizio di via Fratelli Giuffrida” ( nelle vicinanze della chiesa dei Cappuccini, via Plebiscito). Si ricorda anche il fratello di Graziella Giuffrida, Salvatore, ucciso durante la Liberazione.

          In particolare la manifestazione è rivolta contro la proposta di legge presentata dalla destra che vuole parificare i combattenti per la Libertà agli aguzzini della Rsi.

 ANPI   Catania

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: